! Un incesto indiretto. Cap.0 – Sommario.

                                            UN INCESTO INDIRETTO.

INFORMAZIONE dell’AUTORE:

Questo è un racconto erotico che nella narrazione è passionale e caldo, ma molto cerebrale e quindi molto raffinato, con scene di sesso esplicito ma in un contesto psicologico.

NOTE:
“Il modello di vita civile che esige da tutti, indistintamente, un’identica condotta sessuale, è, senza alcun dubbio, una delle più evidenti ingiustizie sociali: per alcuni, favoriti dalla loro costituzione naturale, può riuscire facile, ma ad altri impone i più gravi sacrifici psichici, benché, a dire il vero, questa ingiustizia venga solitamente annullata dall’inosservanza dei precetti morali”. Attraverso i rapporti extraconiugali e la rottuta delle convenzioni morali si evita la famigerata dittatura del perbenismo.
Sigmund Freud.

SOMMARIO.

Storia di un padre degenere che agognava educare la figlia giovane e vergine alla distinzione del sesso dall’amore, la carnalità ed il piacere sessuale dall’affettuosità e dal sentimento dell’innamoramento, le sensazioni e percezioni fisiche dalle emozioni psichiche e sognatrici che l’amore comporta, l’eccitamento e l’orgasmo dalla suggestione e tenerezza e invece senza rendersene conto, lentamente, la introdurrà sulla strada della perdizione e dell’immoralità, educandola irresponsabilmente al vizio e alla depravazione sessuale.

Una famiglia modello, benestante, della media borghesia del nord Italia, lui Andrea, un professionista cinquantenne nel campo della biologia clinica e microbiologica responsabile di un laboratorio clinico nella sua città. La moglie Laura, una donna attraente e vistosa, bella, ma soprattutto molto, molto piacente con il suo corpo maturo e la signorilità innata in lei, seducente nei movimenti, nei gesti e nel modo di rapportarsi con la gente; dirigente di una azienda pubblica. E le due bellissime figlie, le “cavalline” come le chiamava affettuosamente il padre, per la loro esuberanza e freschezza fisica. Erica, 20 anni, bella, bionda e alta, studentessa universitaria al terzo anno di giurisprudenza e Cristina, diciottenne, da poco terminato il liceo scientifico e in procinto di iscriversi come la sorella alla stessa facoltà; e come la madre molto attraente e graziosa nonché seducente.

Una famiglia normale, che si può incontrare per strada come altre centinaia di migliaia nella nostra penisola, con le loro gioie e le loro felicità, i loro segreti e le loro preoccupazioni e le ragazze con la loro floridezza spensierata e l’allegria giovanile, sulle quali si stava abbattendo come un uragano, la volontà perversa di una conoscenza casuale e virtuale del padre, e che indirettamente sconvolgerà la vita di tutti e quattro, ma soprattutto della giovane Cristina.

Il padre un cuckold, che da pochi anni viveva la rivelazione della sua nuova sessualità segretamente con la moglie consenziente e complice, diventerà fautore di una sua particolare filosofia sessuale, con antiche origini elleniche e celtiche che mirano a distinguere il sesso dall’amore, e stimolato dal nuovo amico virtuale, si lascerà convincere a mettere in pratica la sua filosofia proprio sulla figlia Cristina, creando senza volerlo nei mesi seguenti, una impudica e lussuriosa ragazza; e come faceva con la moglie, plagiata la offrirà a vari partner diversi dal suo ragazzo, cercando di istruirla nel distingue la tenerezza dell’amore sentimentale, dal godimento del sesso carnale, possedendola cerebralmente lui stesso tramite le interposte persone che cercherà per lei.

Per commenti, suggerimenti, idee, notizie o critiche, scrivere a:
dressage1@hotmail.it
Grazie.

I contenuti presenti sul blog “Immoralexx” dei quali è autore il proprietario del blog, non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o ridistribuiti in forma parziale o totale senza previo accordo con l’autore stesso e citando sempre la fonte d’origine.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
Copyright © 2019 Immoralexx by Educatore. All rights reserved.