Metamorfosi di una moglie virtuosa – Cap.01 L’arrivo

Una tranquilla vacanza estiva , viene modificata da piccoli avvenimenti e da fantasie
trasgressive del marito , fino a fare scoprire o nascere in Stefy sensazioni nuove , assopite nella sua
mente , che la sconvolgeranno e suo malgrado la coinvolgeranno in una situazione nuova, diversa
,eccitante che la porterà sempre più in basso verso la perversione.
Fino a un punto di non ritorno , dove Stefy sarà trascinata dagli eventi.
Ne lei , ne il marito potranno frenare quella discesa inarrestabile.
Anche al termine della vacanza ,al ritorno a casa , nel Bresciano , non saranno più la stessa coppia
di prima.
La metamorfosi da moglie virtuosa a sottomessa è completata , l’educazione da impeccabile a
viziosa è terminata ,inizierà a frequentare un mondo diverso dal suo…….con la complicità del
marito.
29/09/2012
Note:
Una trasgressione , un gioco che ha finito per trasformare completamente la loro vita vita .
Come dice il proverbio , “un bel gioco dura poco” , ma il loro durerà tutta la vita.

CAPITOLO 1 L’ARRIVO.
Quello che sto per raccontare è una fantasia : i luoghi e le persone sono immaginarie.
Accadde qualche estate fa nel sud della Francia , una trasgressione , un gioco che è finito per
trasformare completamente la nostra vita e cambiare sia mia moglie che me.
Come si dice , “un bel gioco dura poco “, ma il nostro durerà tutta la vita.
Il mio nome è Luca e ho 45 anni , mia moglie Stefania 42 anni .
Viviamo nel bresciano.
Siamo sposati da 15 anni senza figli , non sono arrivati pur desiderandoli , ma questo, ma non ha
fatto altro che rafforzare la nostra unione e aumentare il nostro amore negli anni , ci amiamo
moltissimo.
Ci siamo sempre amati e rispettati.
Io lavoro come consulente in una ditta per impianti di gas., progetto tubature stradali ,
Stefania è impiegata in un centro calzaturiero con il ruolo di responsabile di un settore ….
Il nostro è un vivere felice , con amore , siamo benestanti e abbiamo tutto il necessario, non ci
manca nulla ,viviamo una vita normale senza eccessi, anche se non mancano momenti di monotonia
coniugale.
Stefania è una bella donna , molto piacente nella sua semplicità, di un biondo tenue e di carnagione
chiara, regolata nel vivere e tradizionale sia nel pensare che nel vestire, sempre elegante ma con
gusto e garbo e mai provocante ,anche nell’intimo, la sua lingerie è ricercata ma morigerata.
Non ama mettersi in mostra , anche se il suo corpo adulto gli e lo permetterebbe . Il trucco per lei è
marginale , sobrio e tenue , un sedere ancora tondo , morbido e alto. Il seno è una terza.
Oramai viviamo una vita routinaria ….qualche divagazione ma niente di strano.
Anche nell’intimità siamo tradizionalisti ,rare volte qualche piccola fantasia trasgressiva, ma
limitata all’immaginazione, mai vissuta. Non nascondo che più volte ho provato a convincerla nel
concedersi di più a qualche piccola trasgressione fantasiosa , ma la sua educazione e cultura glielo
impedivano , restando sempre nell’ordinario.
Stefy ( come la chiamiamo in famiglia) e contraria a trasgressioni di qualsiasi tipo , specie sessuali ,
per lei il sesso è amore.
Diversamente da me che spesso e molto volentieri avrei voluto trasgredire assieme a lei , sia con la
fantasia che giocando tra noi .
Ci amiamo e rispettiamo molto e questo è quello che conta, il nostro è vero amore ….lei farebbe di
tutto pur di vedermi felice e io lo stesso per lei.
L’inizio.
Eravamo in piena estate e desideravamo una vacanza diversa dal solito, non isole esotiche , non
crociere, ma qualcosa di elegante e piacevole . Così pensammo alla Francia del sud , alla costa
azzurra.
L’agenzia a cui ci rivolgemmo ci consigliò un “ Petit Vilage” con albergo a quattro stelle ,stupendo,
vicino al mare formato da alcuni edifici bassi ravvicinati . Posto in zona tranquilla , dotato di tutti i
comfort ,con tanto verde , giardini e alberi ,con palestra , sauna , beauty farm e piccoli negozi
all’interno e una spiaggia attrezzata molto bella riservata ai clienti . Un posto incantevole e tutto
questo a poche centinaia di metri dal centro della cittadina.
L’idea ci piacque subito e prenotammo.
Partimmo una mattina presto e nel primo pomeriggio eravamo già arrivati.
Attraversando la città , ci accorgemmo che era piena di vita e colori , gente di tutti i tipi che si
divertiva , c’era tanto sole e si sentiva il profumo della Provence e la voglia d i vivere.
Raggiungemmo il “ Vilage “e dopo le formalità burocratiche salimmo in camera nostra .
Il resto del pomeriggio lo passammo a curiosare intorno all’albergo ,soddisfatti della nostra scelta.
La sera scendemmo a cenare nel ristorante, un ottima cena alla francese , poi passeggiammo nei
giardini , erano davvero grandi e graziosi con sedie e tavoli , divisi in settori da siepi ben curate con
una illuminazione tenue.
Passeggiammo un po’ e poi ci sedemmo a respirare il profumo del verde ed apprezzare il fresco
della sera .
Davanti a noi al termine dei giardini ,iniziava la spiaggia privata .
Si vedeva il mare che con il riverbero della luna tracciava una via argentata e ondeggiante dalla riva
all’orizzonte e si sentiva la risacca delle onde infrangere sulla spiaggia.
Era tutto molto romantico , sentimentale ci abbracciammo e ci baciammo.
Stefy mi sorrise , era felice, appoggiava il capo sul mio petto stringendosi forte al braccio
Eravamo gioiosi di quella scelta e mi disse contenta che sentiva che questa vacanza c’è la saremmo
ricordata per tutta la vita.. (purtroppo sarà vero).
Quel posto era davvero splendido e aveva su di me un effetto oltre che romantico , afrodisiaco ,mi
dava strane sensazioni , mi eccitava, seppur stanco dalla giornata , desideravo mia moglie .
Stefy era graziosa , con quel vestito a fiori che le arrivava alle ginocchia, le larghe spalline le
concedevano solo una piccola scollatura coperta da una collana di perle che con le braccia nude si
concedevano agli sguardi della gente . Un cinturino color creme le cingeva la vita allargando ancora
di più la gonna e nascondendo le sue gambe e le sue forme. Calzava , un paio di infradito con
brillantini e un fiore al centro .Nessun trucco in viso solo una leggera abbronzatura che la rendeva
ancora più affascinante e sexy, i capelli lisci dorati si posavano sulle spalle.
Strinsi forte Stefania a me ,la bacia con passione e l’accarezzai , sentendomi ricambiato con la stessa
intensità dalle sue labbra e dalla sua lingua.
Ma quella sera , tornati in albergo alle mie aspirazioni e alle carezze , non corrispose la disponibilità
di Stefy , che era stanchissima e voleva solo dormire.
Alle mie insistenze rispose baciandomi sulle labbra, “domani amore!…stasera sono stanchissima ,
non ti arrabbiare …abbiamo tutta la vacanza per divertirci e amarci ”…”domani!”
Quello che lei chiamava amore , era per me il mio desiderio sessuale , la mia eccitazione …
La strinsi a me ,contro la mia erezione , ci baciammo ancora ma andammo a dormire.
Il mattino seguente ci svegliamo presto ,era una splendida giornata , calda e assolata e anche Stefy
era splendida quella mattina.
Andammo al mare ,Stefy aveva un bikini tradizionale, mentre in spiaggia le ragazze e anche le
signore della sua età ed oltre , portavano tanga o mini bikini , qualcuna girava anche in topless.
Era eccitante quello che si vedeva.
Vedere mia moglie sul lettino a pancia in giù con la parte superiore del bikini sganciata e la schiena
nuda e quei corpi di ragazze e signore allegre ,disinibite, seminude, passarle vicino , mi creava
turbamento e una voglia di trasgressione. L’aria il caldo , il sole e il profumo del mare assieme ai
miei pensieri , mi stimolavano a fantasticare. La guardavo! Stefy in spiaggia era la più morigerata
con il suo bikini , ma anche affascinante e seducente con il suo corpo quasi perfetto .
In alcuni momenti ,per via della sua pelle chiara e delicata se ne stava sotto all’ombrellone a
ripararsi dal sole e a leggere . Io provavo a immaginarla come le altre , quasi nuda, camminare sulla
spiaggia in topless in mezzo alla gente tra gli sguardi di tutti. .Mi eccitava questo pensiero.
Verso sera rientrammo in albergo a rinfrescarci e sistemarci .
Stefy uscì dalla doccia ,era bellissima con il suo corpo nudo e bagnato reso ancora più sensuale
dalla leggera differenza di abbronzatura tra le parti intime e il resto del corpo e dai capelli bagnati
sulle spalle .
Più tardi scendemmo a cenare giù al ristorante..
Dopo cena , e il giorno dopo ,una serie di casualità e avvenimenti porterà Stefy inconsapevolmente
a iniziare la discesa verso la sua sottomissione….. ma sarà davvero casualità?

Aspetto i vostri commenti ed eventuali suggerimenti .Grazie.
Ogni commento e suggerimento è gradito.Grazie
Inviare a “dressage1@hotmail.it