Conversione di una moglie per bene alla depravazione – Cap. 30 – La decisione.

LA DECISIONE

“Hai un bel seno !” Disse Juliana al termine di  quella intervista.
Valentina continuava a parlare toccandoselo, come se avesse prurito. Poi vedendo che tutte la guardavano sbottò quasi vergognandosi:
“Ho il seno piccolo.” Sorrisero tutte .
“Non è piccolo per l’età che hai …” Esclamò Lea:”… è molto bello invece, comunque ci sono creme per ingrossarlo, oppure interventi chirurgici se vuoi… . Ti piacerebbe averle grandi?” Le chiese Juliana.
Le labbra di Valentina si piegarono in un sorriso e rispose come avrebbe fatto qualsiasi ragazza della sua età:
“Si!… Certo !”
“Bè non è detto che in futuro puoi farti mettere due belle protesi di una quarta… !” Esclamò proseguendo:” Certo più grosso sarebbe meglio, agli uomini piacciono i seni prosperosi.”
Lei sorrise timidamente :
“I miei non vorrebbero assolutamente che mettessi le protesi … guai, mamma non  concepirebbe una scelta del genere.”
“Lo so!” Si intromise Lea :” Ma tu vorresti averlo bello grosso, magari con due belle protesi al silicone come le attrici e le cantanti vero? “
“ Be si!…” Ribattè lei con un sorriso ingenuo .
Juliana le guardò da sotto il tessuto e proseguì: “Comunque a vederle così sono belle e cresceranno ancora, dovresti fartele manipolare, massaggiare e stringere, non te lo fa il tuo ragazzo?”
“Chi Federico?! “Esclamò stupita :” Noooh… lui non fa queste cose.” Rispose .E rise divertita .
Juliana ebbe un sorriso ironico :
“ Comunque piacerebbero molto a un pubblico maschile.” Ripetè.
Alenka sorrise anche lei ripetendo. “Probabilmente si!” E guardandola fece sorridere anche Valentina.
“Come hai le areole, piccole grandi, rosa…e i capezzoli ?” Le chiese Juliana.
“Io non so!…” Replicò non sapendo dare un giudizio su se stessa.
“Belli!…Armoniosi.” Rispose Lea :” Io li ho visti quando faceva il corso e recitava.”
Juliana e Alenka la guardarono e sorrisero in quel gioco delle parti dove nulla era lasciato al caso ma tutto preparato.
“C’è le fai vedere anche a noi? Togliti la maglietta e il reggiseno vediamo le tue meravigliose mammelle !” Esclamò Juliana sorridendo .
Lei si schernì timida, era a disagio, non c’entrava nulla con l’intervista mostrare il seno… e avrebbe preferito non farlo .
“ Su! Valentina , lo hai già fatto quando studiavi recitazione … .” Asserì Lea e pronta Juliana rispose :” Si..faccele vedere , io non le ho mai viste!?”
Vedendo la sua esitazione Alenka escamò: “ Allora Valentina si o no!?”
“Ora ve le farà vedere !” Disse decisa Lea guardandola.
Valentina ci pensò un attimo poi su sollecitazione di Alenka e sotto lo sguardo di Lea cominciò a sfilarsi la maglietta, tirando su le braccia e facendola uscire dalla testa, restando con il reggiseno bianco , traforato e ricamato che sorreggeva il suo giovane seno e posò la maglietta svogliatamente sul letto.
“Dai togli anche il reggiseno !” Le disse Alenka quasi ridendo.
Ci pensò ancora un attimo,esitò, ma poi divertita anche lei essendo tutte donne portò le mani dietro la schiena e dopo aver trafficato un po’, sganciò la chiusura e si tolse anche quello, liberando due tettine meravigliose mediamente grandi, ben modellate e sode,con i capezzoli turgidi.”
E rise stupidamente da sola appena tolto, vergognandosi e coprendole con le mani .
“ No …non coprirle !” Esclamò Juliana posando penna e foglio per gli appunti avvicinandosi a lei pur con la contrarietà di Valentina, e con le mani prese le sue allargandogliele entrambe e scoprendole il seno imbarazzandola, esclamando rilasciandogliele : ”Ma sono bellissime !… Che meraviglia !” Mettendo senza che la autorizzasse  le mani sotto di esse,sorreggendole e sobbalzandole ridendo.Stanno dentro la mano…faresti impazzire qualsiasi uomo così come sei, con una o due misure in più poi saresti fantastica, e poi sono molto fotogeniche, come i tuo viso. “ Lei si schernì stupidamente agitata e imbarazzata e piena di vergogna perché gliele toccava, guardando sempre Alenka che era il suo punto di riferimento .
“Si ! Sono molto belle!” Aggiunse anche lei.
“Guarda ti do un giudizio professionale e competente senza nasconderti la verità .“ Disse seria Juliana . “Hai un seno molto bello, ma non è molto grosso .”
Valentina abbassando il capo osservò le sue giovani mammelle ritte e sode dall’alto.
“ Ehhh..lo so! Mi piacerebbe averle più grandi come Alenka , ma devo farmene una ragione.”
“Ma non è detto cara! Come dicevamo pocanzi un domani le potrai sempre correggere con due protesi… . “
“C’è lo anche io… anche le mie sono protesi.” Disse sorridendole Alenka , mentre amorevolmente Juliana con le dita sul viso arrossato, le metteva in ordine i capelli che le erano caduti in avanti abbassando la testa per guardarsi il seno.
Quando lo vorrai fare e mettere le protesi ,non ti preoccupare , ne dei tuoi genitori ne dei soldi , ti aiuteremo noi. “ Disse Lea.
Poi approfittando del suo smarrimento Juliana aggiunse:
“Bisognerebbe vedere se sono proporzionate con il resto del corpo? Dal momento che hai iniziato, spogliati completamente, fammi vedere se tutto è armonizzato .”

A quelle parole fu colta di sorpresa e inaspettatamente si sentì agitata. Era accaldata ed eccitata, sapeva in che ambiente era e di essere nel letto dove giravano le scene porno dei video e questo la spaventava ma inconsciamente la eccitava, ma non voleva spogliarsi.
Perplessa osservò Lea e Alenka:“ Mi devo spogliare?!” Chiese confusa a disagio di quella richiesta.
“Si!” Rispose Lea, e lei arrendevole e senza obiettare esclamò soltanto :
“Ma tutto!? Ma nuda? ” Chiese.
“Si tutto!” Ribattè Lea, e a quella richiesta come una bambina insicura ripetè:
“Ma proprio tutto tutto? ”
Lea non le rispose, sorrise e fece cenno di si con la testa, fu Juliana a rispondere:
“ Si sarebbe auspicabile. “ Ribattè :” Vestita non ci interessi … .” Facendo sorridere tutti e anche lei pur a disagio di quella richiesta. Aggiungendo non più come una richiesta ma un ordine: “Togliti tutto!”
Vedendo la sua apprensione Alenka la incorraggiò:
“ Se ti senti a disagio e vuoi ,mi spoglio anch’io per solidarietà.”
Ma Juliana seccata disse :”Ma no! E’ grande abbastanza da decidere e fare da sola ,vero Valentina?“
“Su!…fai vedere anche il resto !” Aggiunse con un sorriso perfido.
“Ma no..!” Disse lei in un momento di sussulto morale vergognandosi.
Ma Alenka seduta al suo fianco, le tirò su la gonna mostrando le sue gambe .
“Però hai anche delle belle cosce !” Asserì Juliana osservandole e sorridendo.”
“Su spogliati nuda, fai vedere a Juliana come sei sotto gli indumenti, comè il  tuo  bellissimo  corpo.” Disse Lea intromettendosi  ancora.
“Ma no …non è il caso !!” Ribattè Valentina contrariata mettendo a dura prova la loro pazienza. Ma loro insistettero.
“Su siamo tutte donne e amiche qui!”
La telecamera di fianco a Lea nella penombra continuava a riprendere, il led spia era sempre acceso ,registrava e Valentina non ci pensava nemmeno più che fosse accesa.
“Ma ora togli il resto!”La esortò Juliana ormai al limite sella sopportazione.
“ Su! Valentina, lo hai già fatto di metterti nuda quando studiavi recitazione …” La esortò Lea .” Ora sei qui tra tutte donne , vuoi che ci spogliamo nude anche noi per solidarietà?!…Guarda che io non sono bella come te !” Riferendosi alla sua mole E risero ancora tutte.

Valentina rassegnatasi alzò dal letto e senza volerlo lo fece con movenze sensuali , mostrando l’erotismo dei suoi movimenti, del suo magnifico culetto e in piedi incominciò a spogliarsi sbottonando e tirandogiù la cerniera della gonna e tenendola l’abbassò piano lungo le cosce fino quasi alle caviglie e un piede alla volta la sfilò. Restò solo in mutandine e si fermò esitante, sentendo subito la voce di Lea dire : “ Su vai avanti!”
E di nuovo posando le dita sull’elastico tirò giù lo slip alle cosce abbassandosi con il tronco più giù oltre le ginocchia, sfilandolo dalle caviglie, fino a togliere tutto, rimanendo in breve completamente nuda. Seguita da un mormorio e da dei sorrisi di approvazione.
Tutte e tre la osservavano nel corpo, scrutandola tutta nuda con il suo bel peletto scuro e rigoglioso in mezzo alle gambe, mentre lei sorrideva impacciata e non sapeva dove mettere le mani.
“Sei veramente splendida!” Esclamò Juliana, mentre anche Alenka la osservava con un pizzico di invidia.
Juliana la invitò a ruotare su se stessa mentre la osservavano e lei lo fece.
“Hai una bella schiena …”Disse passandole il dito nel solco nella depressione della colonna vertebrale, facendole portare il busto in avanti per reazione a quella sensazione di fremito:”…e delle belle spalle , dritte e sensuali.” E scorrendo il dito sempre più in     giù :”….e anche il culetto non è male, sembra scolpito nel marmo…meraviglioso!”Esclamò, aggiungendo:”  “Permetti!?”
E senza che Valentina capisse perché gli chiedesse quel permesso, lo toccò e lo strinse tra le dita, esclamando :” Bello sodo ben fatto!”
Fece una pausa e continuò :
“Sei molto bella sai Valentina, di viso e di corpo!” E con uno sguardo negli occhi di Lea in un cenno d’intesa con la testa mormorò:” Sei una miniera d’oro … un tesoretto! ” Valentina non capì quella battuta, ma sorrise.
Ma quello sguardo tra Lea e Juliana era come dirsi :” Questa non dobbiamo farcela scappare è una piccola miniera d’oro.”
Le fece fare un paio di giri su se stessa.
“Sei veramente carina,hai un corpo veramente tonico e splendido.”
Poi guardando Lea esclamò:”Visto che ti piace recitare, perché non impersoni e…mimi qualche scena ?”
“Come mimare !?” Ribadì lei stupita:
“Mettiti sul letto e girati di spalle, a carponi che voglio vedere come stai in determinate posizioni. Devi solo mimare le scene che ti dirò e nient’altro, non c’è nessuno, solo noi.”
“Si!… Così questa intervista non sembrerà un interrogatorio, ma una chiacchierata divertente tra amiche. “ Aggiunse Lea muovendo la sua grassa e flaccida figura verso Valentina, invitandola a mettersi come diceva Juliana, e illuminare il suo corpo con i fari del set.
“ Comunque se sei d’accordo proviamo a mimare qualche posizione,  per gioco naturalmente, alcune scene, senza il partner .” Disse Juliana .
Valentina era ancora più perplessa e vedendola così dubbiosa precisò:
“Sono solo rappresentazioni, non ti tocca nessuno, ti metterai soltanto in determinate posizioni erotiche e intanto Juliana vedrà il corpo che hai, se sei fotogenica , rappresentativa, se copri la scena o buchi l’obbiettivo .”
Valentina restò sconcertata da quella richiesta, avrebbe dovuto mimare scene da rapporto sessuale o atti di libidine. Era imbarazzata guardava Alenka, chiedendo come per esorcizzarsi:
“Come?… Cosa devo fare?”
“ Semplice ti sdrai e ti metti in posizioni erotiche e nient’altro! “Le disse.
Valentina non voleva ma era turbata e tentata di provare quelle posizioni su quel letto , dove attrici vere giravano i video Hard e dietro le insistenze di Alenka e Lea:
” Su non farti pregare , non c’è nessuno che ti tocca… sei sola . ” Accettò .
“L’ho faccio per recitare!”Esclamò per giustificarsi.
”Bene qui puoi recitare allora… .” La sollecitò Juliana.”E scommetto che sarai la più eccitante di tutte!” E rise.
A quelle parole fu colta inaspettatamente da una strana sensazione , il turbamento si stava trasformando in adrenalina, si sentì accaldata e inquieta, sapeva di essere nel letto dove giravano le scene porno dei video e questo inconsciamente la eccitava, ma non voleva accadesse .
Voleva e non voleva e rideva nervosamente da sola. Juliana era preparata, aveva vissuto e creato decine di queste situazioni con altre ragazze ingenue aspiranti attrici porno e la colse impreparata a reagire. Intuì le sue paure :
“ Su cara prova! Si tratta solo di metterti in posa, qui come sai non facciamo cartoni animati. Hai visto l’altra volta Alina… . Devi solo provare delle posizioni e non spaventarti a mostrare i tuoi gioielli a noi tre spettatrici che ti stiamo guardando“
Insicura osservò Lea e Alenka ,Juliana  per prova le fece fare un paio di giri su se stessa rotolandosi sul lenzuolo, che fece come una bambina che gioca sul letto. Era a disagio,impacciata e timorosa di mimare quelle scene ,anche se da un lato si sentiva attratta dal provare quelle pose sconvenienti su quel letto, tra quelle lenzuola da set  pornografico.
Non sapendo nemmeno lei perché, scossa e confusa , quelle parole e sollecitamente sembrarono scuotere le sue incertezze, i suoi capezzoli erano turgidi e si vedevano e notando Lea che li guardava, imbarazzata le venne d’istinto  di  giustificarsi e dire :       ”E’ il freddo!”
Lea non rispose , con un sorriso perfido e malizioso annuì con il capo.
S i sistemò sul letto a carponi con il sedere rivolto a loro .
“Così !?” Chiese imbarazzata .
“ Si!” Disse Juliana mentre le alzava un pò di più il tronco, in modo che la luce illuminasse bene la sua fighetta e il suo culetto in modo che Lea potesse riprenderla bene inquadrando e zoomando in primissimo piano.
Poi la fece sdraiare e allargare le gambe e provare a toccarsela con le dita .Tutto questo involontariamente la eccitava .
“Sei veramente carina, hai un corpo veramente tonico. Adesso mettiti ancora a carponi e poi girati di spalle che voglio vedere come staresti in determinate posizioni. Devi solo mimare le scene.
“Siediti nel letto !” Disse poi Juliana. Lei lo fece.”Ora girati, rotola di nuovo sul lenzuolo lentamente, e lei turbata lo faceva, ignara che Lea nella penombra riprendeva tutto non vista, anche il viso e a lei iniziava a piacerle quella situazione di  finta attrice.
Juliana e Lea erano già soddisfatte di quello che avevano in mano tanto da poterla ricattare, ma vedendo che era in una fase di incertezza psicologica dovuta a quella situazione per lei  nuova e notando che era più arrendevole di quello che pensavano e ubbidiva a quello che diceva Juliana senza indugiare .
Intanto lei continuava e le diceva: “Così va bene! Visto che non era difficile? Piega di più la schiena…alza il sedere…allarga le gambe!”
A vedere quella sua accondiscendenza ai comandi di Juliana, Lea si rese conto che forse poteva tentare di più e subito senza il ricatto: “ Altro che video dove lei nuda si muove sul letto e mostra la figa… . Posso tentare il colpo gobbo! Passare direttamente alla fase finale senza tante intermediazioni sceniche.” Aveva già in mente un suo piano che decise di mettere in atto subito sondandola, e avvicinandosi ad Alenka non vista le bisbigliò qualcosa all’orecchio, con Juliana fu un intesa di sguardi e la sua coetanea si precipitò a dire:
“Hai visto che non c’è niente di starno a mimare le scene?” Poi ridendo le chiese :”Come ti trovi dall’altra parte ?”
Valentina sorrise.
“Bene spero !” Aggiunse Alenka. Valentina sorrise di più imbarazzata dall’ammettere che le era piaciuto essere dall’altra parte per gioco e mimare .
“Perché non provi a girare una scena vera con Federico, il tuo fidanzato !” Disse Alenka all’improvviso.
Valentina  restò spiazzata stupita :” Con Federico!?” Ripetè guardandola.
“Si perché!? “
“Ma una scena vera!?”Domandò ancora perplessa.
“Si certo!” Ribattè Juliana:” Mi sembra un ottima idea.”
“Ma lui non vorrà!”Rispose subito:” E’ contrario a queste cose.”.
“Ohh glielo chiederò io !” Esclamò Lea comparendo dalla penombra.”Vedrai che accetterà, sarete solo voi e se vorrete metterete la maschera .”
Resto spiazzata da quella richiesta :”No…non voglio fare niente di pornografia nemmeno con Federico.”Disse.
“Ma perché? Ti pagano bene , ti danno cinquemila euro!” Disse Alenka. Quelle tre donne la tentavano .
“Cinquemila euro?” Ripetè.
“Si e in contanti!”Ribattè Lea:” E forse anche di più!”
La proposta era allettante , ma lei ancora titubante e contraria :” Noohhhh!!!… Ma io non sono portata per queste cose …” Replicò con la sua vocina dolce:”…lo ha dedotto anche l’intervista!”
“Si,è vero… “ Rispose Juliana ,ma non lo faresti con un attore qualsiasi, ma con il tuo Federico e per giunta mascherata e irriconoscibile e nell’incognita guadagneresti dei bei soldi. Pensa solo per provare una volta!”
Era esitante, indecisa, pensando portò il pollice in bocca e muovendolo esternamente fece saltare l’unghia sui denti come faceva sempre quando era nervosa, prima di una interrogazione a scuola o doveva prendere una decisione importante. Loro se ne accorsero.
“Dai!” La esortò Alenka, almeno fai una esperienza nella vita e la fai assieme al tuo Federico!”
“Ma lo conosco, su queste cose è come me, non accetterà mai!”
“Per lui non ti preoccupare, ci parlerò io !” Disse Lea improvvisamente.” Anzi lo faccio chiamare subito!”
“Ma no!…Io non voglio!”Ripetè lei.
Ma preso lo smartphone allontanandosi un poco da lei  Lea chiamò Dracu , intanto che Juliana e Alenka la tenevano impegnata distraendola parlando di altro.                                                             “E li con te Federico!”Chiese.
“Si abbiamo appena finito di stare assieme !” Rispose Dracu ,capendo Lea cosa intendesse dire.
“Portalo subito qua sul set e fai presto e digli di convincere Valentina ad accettare e dire di si! Capito!!”
“Si …si va bene!”
“Subitoooo!!!” Gridò ancora.                                                                                                           Informandolo che Lea voleva vederlo, si vestirono e partirono per il Macunba, Dracu strada facendo gli disse quello che le aveva detto Lea, e lui chiedeva giustamente:                                         “Ma devo sempre dire si e convincerla di che cosa?!”
“Non lo so! Non me lo ha detto, ma si è raccomandata di dirti così! Non ci tradire proprio adesso!”
“Mah vediamo! Non ci  capisco niente ” Borbottò lui.
Senza rendersene conto stava consegnando Valentina a Lea e quindi a Rocco, proprio come suo padre senza volerlo aveva consegnato sua madre Roberta a Rocco , facendola diventare una battona prima e donna perversa poi.

Quando arrivarono dopo una mezz’oretta erano ancora li che parlavano, Valentina si era vestita e Lea vedendoli con un cenno del capo fece uscire Dracu che ubbidì, lasciando Federico solo.
“Ciao Federico, vieni c’è anche Valentina!”Disse con un sorriso invitandolo in quel gruppetto di donne.
“Ahh…bene !” Esclamò lui pur sapendo che era lì. Si salutarono con un bacino sulle labbra abbracciandosi amorevolmente come due innamorati e Lea che iniziò a parlare:
“Sai Fede…” Disse confidenzialmente:”…  abbiamo proposto a Valentina di girare una scena in un video clip erotico, non hard nel senso stretto della parola, ma con te come suo partner, con voi mascherati se non volete farvi vedere in viso, ma lei è indecisa e ci ha fatto capire che dipenderà da te la sua scelta.” Lea lo guardò negli occhi intensamente, come a ricordargli quello che sapeva di lui .
“Ma no Fede… io sono contraria, non vorrei fare queste cose ripresa, nemmeno con te… .” Ma Lea incurante del suo giudizio continuò a parlare e lui ascoltò la sua spiegazione attento e al termine domandò:
“ Ma saremo io e lei a fare sesso completo?”
“Si !” Rispose Lea :” Nessuno la toccherà e vedrà in viso, potreste essere chiunque, sarà solo una clip che andrà all’estero, per in mercato sud americano e arabo e non gireranno per l’Europa ne gli Stati Uniti, ma comunque sarete mascherati e irriconoscibili e se lo farete completamente senza trucchi, un rapporto sessuale completo tra voi come fate a casa nella vostra intimità il produttore vi darà 5.000 euro… .”
“Però!” Esclamò Federico sorpeso della cifra, mentre Valentina era attenta e ascoltava, chiedendo non conoscendoli  :”Madi che trucchi parlava!?”
Lo informò brevemente Valentina su cosa fossero i trucchi o gli accorgimenti di  cui  parlava Lea e lei subito proseguì.
“Se no se adopererete dei trucchi, quelli che ti ha detto Valentina ora, tipo la calza o altro essendo falsato il rapporto sessuale, ve ne darà solo 2.000 di euro , ma visto che siete fidanzati vi conviene farlo dal vero.” Li  esortò.
Federico si avvicinò a Valentina e gli chiese:”Che ne pensi?”
“Io sono contraria a queste cose lo sai… .”
“Si ma 5.000 euro, ci possiamo comprare quello che vogliamo, io la moto e tu prenderti la patente senza chiedere nulla ai genitori. E poi lo faremmo io e te , e mascherati!”
E guardando entrambi Lea in modo  interrogativo, prima che chiedessero qualcosa fu lei a dire:
“Vi chiederete perché vi paga tanto se siete mascherati e irriconoscibili e che potreste essere sostituiti da qualunque coppia mascherata. Bè…la risposta è semplice, Valentina ha un corpo meraviglioso, giovane, fresco, bello e unico, che piace agli uomini,per questo preferiamo lei anche mascherata piuttosto che un’altra a viso scoperto! Spero che questa risposta dissipani i vostri dubbi?!”
Valentina pur lusingata da quelle parole sul suo corpo non era sicura.
“Si ma …non so!” Esclamò tentennante .
Federico la prese per un braccio e si appartarono:
“Dai accettiamo solo una volta, nessun saprà niente e avremo un pò di soldi!”
“Ma se si viene a sapere!?”
“Ma chi vuoi che lo saprà , saremo mascherati!”
Ci fu una pausa silenziosa , Federico la guardò negli occhi accarezzandole dolcemente il viso, sussurrandole : “Allora che faccio , le dico di si!”
“Si ma con te però e non voglio gente attorno che guarda, mi vergogno lo sai .” Gli rispose.
“Va bene!” Federico si voltò confermando con un sorriso:” Lo faremo io e lei ,ma con pochissima gente,l’indispensabile e con le maschere, da 5.000 euro , senza trucchi !” Esclamò.
Lea sorrise finalmente soddisfatta, il suo piano andava per il verso giusto,stava per realizzarsi.
“Si ma io non voglio nessuno attorno.” Ripetè puntualizzando Valentina, come una attricetta che faceva i capricci.
“Stai tranquilla bellina ,non ci sarà nessuno ci sarai solo tu, Federico, io, Juliana e il regista e se vorrai Alenka se no la lasceremo fuori!”
“No…no…Alenka può restare… ci mancherebbe !”Esclamò guardandola e sorridendole:    ” Sono gli altri che mi imbarazzano.
“Stai tranquilla non ci sarà nessuno. Quando vorreste girare?!” Chiese Juliana.
“Oggi no!” Rispose Valentina che voleva prendere tempo:” Possiamo fare la settimana prossima.”
“No!” Disse Lea intervenendo, troppo tempo e poi noi tra una settimana non ci saremo noi …”Aggiunse mentendo :” Lo faremo domani pomeriggio!”
“Domani ?!” Ripetè Valentina sorpresa.
“Si! Domani!”Ribadì .
“Va bene!” Disse Federico.
Valentina annuì con il capo esitante,visto che tutti erano d’accordo.
“ Va bene allora a domani pomeriggio! “ Disse Lea.
“Un momento …un momento!” Esternòancora Valentina:” Io voglio sapere cosa devo fare di preciso .”
“Giusto!” Rispose Lea mettendosi falsamente dalla sua parte.
Fu Juliana a spiegare :” Niente, non devi fare niente di più che fare sesso con il tuo fidanzato ,come fate sempre, liberamente,a vostro modo, completamente e senza preservativo.”
“Ma dovrò essere nuda?” Domandò quasi per reazione.
“Certo sia tu che lui, nudi !” Rispose sorridendo.
“Ma con la maschera però…vero?”
“Certo con la maschera.” La rassicurò.
Restò in silenzio .
Lea rivolgendosi a Juliana con una certa esaltazione le disse. “Mi raccomando, prepara tutto per domani mattina e dai tassativamente disposizione che domani pomeriggio non voglio nessuno qui dentro… nessuno!” Ripetè.
“Va bene!” Rispose lei.
“Dobbiamo portare qualcosa anche noi!?” Domandò ingenua Valentina.
“Assolutamente niente, per te e Federico penseremo a tutto noi .”
Il momento era arrivato, l’iniziazione al sesso e alla perversione di Valentina sarebbe iniziata il giorno dopo, non sapeva a cosa andava incontro e cosa le sarebbe capitato con quella gente perfida.

Per commenti, suggerimenti ,idee ,notizie o critiche , scrivere a:
dressage1@hotmail.it Grazie

I contenuti presenti sul blog “Immoralexx” dei quali è autore il proprietario del blog,non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o ridistribuiti in forma parziale o totale senza previo accordo con l’autore stesso e citando sempre la fonte d’origine. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. Copyright © 2019 Immoralexx by Educatore. All rights reserved